I pettegolezzi delle donne/Atto Terzo/Scena XI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto terzo

Scena Undicesima

../Scena X ../Scena XII IncludiIntestazione 29 maggio 2008 75% Commedia dell'Arte

Atto Terzo - Scena X Atto Terzo - Scena XII


Eleonora alla finestra e detto.


Eleonora
Siete voi, signor Lelio?
Lelio
Sono io che sospiro.
Eleonora
Povero giovane! Sospirate voi per l’amore o per la fame?
Lelio
Sospiro per una fame amorosa.
Eleonora
E venite da me per saziarvi? Poverino! Qui non vi è carne per i vostri denti.
Lelio
Morirò disperato.
Eleonora
Povero mondo! Vi sarà un pazzo di meno.
Lelio
Così m’oltraggiate? Così mi disprezzate?
Eleonora
Oh signore, anzi per lei ho tutta la stima e la venerazione; e che sia la verità, prima d’andarmene le faccio un profondissimo inchino. (parte)
Lelio
E mi lascia, e mi fugge, e mi schernisce! Povero Lelio, sventurato Lelio, eccomi con due orribili disgrazie al fianco, senz’amante e senza denari. Muoio di fame, e non ho con che satollarmi. Ardo d’amore, e non trovo pietà. Che vita infelice è la mia! Ma viene una donna! Ah, che quella beltà m’incanta!