I puntigli domestici/L’autore a chi legge

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
L’autore a chi legge

../Lettera di dedica ../Personaggi IncludiIntestazione 6 luglio 2019 25% Da definire

Lettera di dedica Personaggi

[p. 317 modifica] L'AUTORE

A CHI LEGGE (')

HABENT sua siderei lites, sogliono dire i Forensi : io dirò lo stesso delle Commedie. Alcune che meriterebbero miglior for- tuna, sono sgraziate nell'esito, ed altre lo hanno più felice di quello che al merito loro promettere si poteva. Questa che ha per titolo / 'Puntigli Domestici, è una di quelle che chiamerò sfortunate, poiché fatto io le aveva un più felice presagio, e con mio ram- marico l'ho veduta meno applaudita di altre Commedie mie, le quali, secondo me, meritavano meno. Parmi che Y argomento sia interessante, la condotta semplice e naturale, il dialogo proporzionato agli Attori, e gli accidenti non solo verisimili, ma che si possono creder veri. Con tutto ciò pochissima accoglienza le venne fatta. Ma perchè mai? Il perchè parmi di averlo rilevato. (2) I caratteri sono mediocri, leggieri e comuni. Ecco il motivo, per cui la Com- media risalta poco. Or dove sono coloro, che quando veggono un carattere un poco troppo forzato (3), esclamano : E troppo forte, eccede il verisimile, è caricato ? Signori miei, come la volete ? Calda o fredda? Voi mi fareste impazzire, se vi dessi retta. Ma, grazie al Signore, ho un pajo di buonissime orecchie (4). Fo il fatto mio, e in verità non mi voglio confondere. La necessità di far molte Commedie in un anno mi obbliga a variare nella maniera di scri- verle. Così a chi una non piace, l'altra soddisfa meglio. Questa mi basta sia esaminata e compatita (5) da quei che della Commedia s'in- tendono, e spero la ritroveranno più regolare di molte altre.

(I) Quest'avvertenza uscì la prima volta nel t. VI (1754) dell' ed. Paperini di Firenze. (2) Segue nell' ed. Pap.: In alcune altre Commedie da me composte vi sono de' caratteri forti, grandi e qualche volta ancora eccedenti ; in questa i caratteri sono ecc.. (3) Pap.: un caratterone o grave, o ridicolo, esclamano ecc. (4) Pap. aggiunge : da mercadante. (5) Segue in Pap.: da quei che sanno, da quei ecc. [p. 318 modifica]