Il buon cuore - Anno IX, n. 30 - 23 luglio 1910/Notiziario

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Notiziario

../Società Amici del bene IncludiIntestazione 27 maggio 2022 75% Da definire

Società Amici del bene
[p. 240 modifica]

NOTIZIARIO


Bambini poveri in campagna. — Sono partiti dalla Stazione Centrale una sessantina di bambini e bambine inviate dal Patronato di via Ariberto e dallo stabilimento De Angeli a Cavagnano (Cuasso al Monte) per cura climatica. A Cavagnano è già aperta la casa dei granulosi per gli scolari poveri ammalati e ad Orsenigo, nella casa sorta per la filantropia di Achille Brioschi, si trova già un’altra colonia di circa sessanta scolati e scolare inviati dai patronati di via Jacopo Dal Verme, Rugabella ed altri.

Beneficenza. — Un animo generoso compreso di pietà per il dolore, conservando l’anonimo ha inviato in «Memoriam» alla Direzione della Casa di lavoro presso la Società Umanitaria, lire duemila da dividersi tra la scuola laboratorio dell’Ospedale di via Pace e la cassa dei disoccupati della Casa di lavoro.



Necrologio settimanale


A Milano, la signora Giuseppina Bianchi, già direttrice delle scuole comunali di Milano.

— A Tortona, il marchese ing. Pietro Frascaroli-Calvino dei conti Bajardi, patrizio tortonese.

— A Torino, la signora Armida Poletto Musso.

— A Sanremo, il prof. Giacomo Del Vecchio, insegnante di matematica nel regio ginnasio Gian Domenico Cassini.

— A Roma, il nobile Giacomo Antinori, dei marchesi di Castel San Pietro, per molti anni apprezzato professore di matematica nel regio istituto tecnico Vittorio Emanuele di Perugia. Era nipote dell’audace viaggiatore marchese Orazio Antinori, morto in Africa.

— A Udine, il conte comm. Giacomo Ceconi, consigliere provinciale, discendente da antica famiglia originaria di Firenze, nota dal 1450. Nato nel settembre 1833, il Ceconi era partito povero e ancor giovane dalla nativa valle dell’Arzino per recarsi a lavorare in Austria, prima come muratore, indi come assuntore di lavori pubblici. Sarebbe lungo enumerare tutte le costruzioni da lui eseguite. Nel 1893 Re Umberto ricompensò le numerose munificenze del Ceconi concedendogli il titolo di conte. Il Ceconi era rimasto vedovo due volte ed era passato a terze nozze con la signora Geltrude Ditmar, che gli sopravvive.



DIARIO ECCLESIASTICO


24 luglio — Domenica decima dopo Pentecoste — S. Cristina v. e m.
25, lunedi — S. Giacomo ap. e s. Cristoforo m.
26, martedi — S. Anna.
27, mercoledi — S. Pantaleone m.
28, giovedi — Ss. Nazaro e Celso m.
29, venerdi — S. Marta verg.
30, sabato — Ss. Abdone e Sennen mm.

Adorazione del SS. Sacramento.

Continua a S. M. al Naviglio.
25, lunedi — A S. Alessandro.
29, venerdi — A S. Sebastiano.


Il S. P. Pio X con moto proprio eseguito nell’occasione del VII Centenario della fondazione dei Frati Minori, ha accordato a tutti i Vescovi di poter designare qualunque Chiesa e Cappella della propria Diocesi per poter acquistare l’Indulgenza del Perdono d’Assisi nella domenica seguente ai a agosto.

I Rettori delle V. Chiese, se credono approfittarsi d’un tanto tesoro, si rivolgano ai propri Vescovi.


Gerente responsabile.

Romanenghi Angelo Francesco.


Milano. Tip. L. F. Cogliati, Corso P. Romana, 17.