Il cavallarizzo/Libro 2/Capitolo 38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Capitolo 37 Capitolo 39


[p. 86r modifica]

Cap 38. Morso per cavallo che cavi la lingua.


Il cavallo suol portar la lingua fuori, ò per haverne che gli n’avanza, ò perche il morso, che porta non se gli conviene. Però quando havrete visto, che con morsi giusti non potete rimediar à tal diffetto, siate sicuro, che ha lingua d’avantaggio, & perciò ne gli farete tagliar tanta, quant’è quella, che cava fuori: & siate sicuro che non gli farete male alcuno, & che prestissimo guarirà. Con morsi li rimediarete con le montate più larghe, & alte dell’ordinario, & intendo in questo luogo per montata il chiapone, over quadro intiero di sopra, al quale accomodarete una cazzuola che di sopra venghi in giù à trappassare un dito fuor dell’aperto del chiapone, la qual cazzuola si vadi allargando in tal luogo piu del chiapone un grosso dito, & si rivolti verso la lingua facendo un poco di vacuo nel rivolto à modo di conchetta. Quei rampini che per tal cagione si sogliono mettere, non li laudo, perche offendono: lauderei bene un quadro tutto pieno di paternostrini, il quale fosse anco attraversato da una stanghetta nel mezzo, anc’essa piena di paternostrini simili. Overo il chiapon riverso, pur così pieno, & con la stanghetta medesima che lo attraversasse, se però il palato di sotto, & la natura del cavallo lo comportasse. I paternostrini si metteno per cavallo di bocca, & lingua insippida: & la cazzuola per cavallo di bocca fresca. Ma se il cavallo la gettasse dalle bande di sopra’l morso usarete i filetti pieni pur di paternostrini ataccati dal chiapone nel luogo della siciliana, & più alti ancora. E si potrebbe ancora quando il cavallo fosse di poco squarcio di bocca, accomodare dalle bande del chiapone over quadro, alcune pontette aguzze: le quali farebbeno, che il cavallo [p. 86v modifica]sentendole, non cercherebbe poi di rimettere la lingua fuori delle bande. Ma questo potrebbe per aventura distonare alquanto il cavallo, nondimeno quando siano fatte al luogo dove, & come si deve non impediranno in cosa alcuna; ma faranno quel che s’è detto. Ma se non vi pare d’usar questo, potrete usare il canone con tromba grossa à chiapone, il quale si allarghi di sopra assai, & caschi dalle bande sopra il canone; over scaccia; la quale ancor essa pur che sia grossa, e piena, in questo caso, è buona. Se però la bocca del cavallo richiede canone ò scaccia. Ma quando il cavallo cavasse la lingua dalle bande di sotto del morso, all’hora vi servirete del morso c’habbi imboccadura più grossa, & piena di sotto da quella banda, dove cava la lingua, che dall’altra. Et quando la portasse di sopra dell’imboccadura medesimamente gl’usarete il morso aperto, & più & meno alto di montata, e di prese, come più, e meno vi parerà che si richieda.