Impara di satire, Anima mia

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giovan Gioseffo Orsi

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Impara di satire, Anima mia Intestazione 23 dicembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Giovanni Giuseppe Orsi


[p. 304 modifica]

X


Impara di salire, Anima mia,
     Al sommo Ben da una beltà mortale:
     Amor a’ tuoi pensieri appresta l’ale,
     E di Cintia co’rai segna la via.
5Per tre gradi trascorri: alzati in pria
     Dalla materia, e in separar dal frale
     Il puro esser del Bello, apprendi quale
     L’incorporea beltà dell’Alma sia.
Se più ’alzi, e lei miri in securtade
     10Fuor del corpo e del tempo, allor comprendi
     L’immutabile angelica beltade.
Quindi all’unico Bello infine ascendi:
     Chè se oltre la materia, oltre l’etade,
     Oltre il numero arrivi, Iddio già intendi.