Indice:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 13, 1800.djvu

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Help-browser.svg
Farm-Fresh picture go.png
Transclusion_Status_Detection_Tool
Library-logo-blue-outline.png
Link a modulo dati

Frontespizio dell'opera

Volumi
Sommario

INDICE

DELLE MATERIE

contenute nel decimo terzo Tomo.


Lettere XX di una Dama ad una sua amica. I. Introduzione al carteggio. Amicizia con un Inglese.||
Pag. 5
II. Mondo poetico, e mitologico. Obiezioni di un professore. Risposta colle lodi delle donne.||
III. Omero padre della mitologia, de’ poeti, degli artefici. Morale delle favole di Psiche e d’Ercole: Pitture di Giulio Romano.||
IV. Artifizio della dama a provare l’utilità delle favole. Critiche del professore. Metastasio, ed opera in musica. Distinzione tra le favole utili, e le nocive. Moral rigida contro tutte: spiegazione d’alcune a difesa.||
V. Erudizione color di rosa per le donne. Lavori antichi di Grecia sopra l’amore. Quadro del Parmigianino:||
VI. Simboli e riti sopra la morte, e i sepolcri antichi. Medaglione donato a Mr. Tronchin. La Venere de’ Medici, ed altre statue di lei. Prassitele lavorò la sua sulla bellezza di Frine. Le tre grazie. Nudità innocente pei greci.||
VII. Iscrizione della Venere de’ Medici. Celebri cammei con pensieri ingegnosi, e loro spiegazione. Tre famosi pezzi di pietre dure intagliate.||
VIII. Opere eccellenti de’ Toscani. I Medici Mecenati immortali. Incrostature de’ bagni di s. Filippo. Quadri a rimesso di pietre dure. La lente di Galileo. Cammeo di Vienna descritto.||
IX. Paragone della Mitologia greca co’ parlamenti e corti d’amore. Cause amorose trattate ai tribunali. Varie sentenze su le liti degli amanti. Esame dell’amor del Petrarca.||
X. Genio d’Italia, e suo carattere per l’amor petrarchesco noi torto de’ varj secoli. Gloria di lei, e delle donne italiane.||
XI. Decamerone del Boccaccio, amori del Sannazzaro, del Bembo, del Castiglione, del Tasso. Sue cinquanta conclusioni amorose. Cento conclusioni simili del M. Maffei.||
XII. L’Italia voluttuosa. Sua musicale sensualità. Questione su l’incostanza della sua musica. Lingua molle. Riflessioni sulla francese. Concerto antico di Londra.||
XIII. Epigrammi greci tradotti, o imitati su i lavori antichi. Altri usi greci, e romani.||
XIV. Idea generale della Grecia antica. Forza de’ climi; simiglianza d’Italia con Grecia. Estensione di questa. Sue Colonie. Anacarsi.||
 XV. Vari disegni, e carte topografiche di Grecia. Giuochi olimpici. Statue d’uomini illustri, iscrizioni, versi, teatro. Leggi, ed usi di questo. Tragici, e drammatici. Musica effemminata. Comici, Lirici, Improvvisatori. Muse.||
XVI. Viaggi moderni di Grecia. Topografia di Atene. Piazze, strada, portici, statue, iscrizioni. Cittadlla, e tempio di Minerva. Voti. Pittori Ateniesi cogl’italiani. Scultori, e teatro di Atene. Case private, e lor distribuzione. Conviti, e conversazioni. Quella di Pericle, e di Aspasia.||
XVII. Filosofi, donne illustri, grotte fatidiche. Lingua greca, e suoi pregi. Suoi dialetti paragonati ai moderni. Atene italiana. Paragone della lingua, del carattere, cultura, costume, governo, culto, usanze, musica, letteratura.||
XVIII. Anticaglie, arti, ville. Quella dell’Alcibiade moderno. Altra di Milord. Nuovi acquisti delll’arti di Roma.||
XIX. Critiche degl’italiani, e degl’inglesi. Governi d’Italia. Paragone dello spirito filosofico, e delle lettere ed arti. Danni venuti all’Italia di furi. Viaggiatori Inglesi. Note su i barbari.||
XX. Atene e Venezia. Origine greca de’ veneti primi. Pronuncia, linguaggio, fabbriche, usi, cognomi, leggi, governo, pitture. Biblioteca pubblica di s. Marco: sestieri, strade, teatri. Quiete del popolo negli spettacoli. Galleria Barbarigo s. Polo, Quadro di Paolo in casa Pisani, e scoltura del Canova. Suo Mecenate. Altri patrizj.||
Saggio del dominio delle donne e della virtù.||
Lettere su i pregi delle donne.||