La bottega del caffè/Atto Secondo/Scena XXI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto Secondo

Scena ventunesima

../Scena XX ../Scena XXII IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Commedia dell'Arte

Atto Secondo - Scena XX Atto Secondo - Scena XXII


Vittoria mascherata e detti.

Vittoria
(passeggia avanti la bottega del caffè, osservando se vi è suo marito)
Ridolfo
Che c’è, signora maschera? che domanda?
Eugenio
(bevendo) Vivano i buoni amici.
Vittoria
(sente la voce di suo marito, si avanza, guarda in alto, lo vede e smania).
Eugenio
(col bicchiere di vino fuor della finestra, fa un brindisi a Vittoria non conoscendola) Signora maschera, alla sua salute!
Vittoria
(freme, e dimena il capo)
Eugenio
(a Vittoria come sopra) Comanda restar servita? E’ padrona, qui siamo tutti galantuomini.
Lisaura
(dalla finestra) Chi è questa maschera, che volete invitare?
Vittoria
(smania)