Le dimore estive dell'Appennino toscano/Appennino Pistoiese/III

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
3. Cutigliano

../II ../IV IncludiIntestazione 29 gennaio 2019 25% Da definire

Appennino Pistoiese - II Appennino Pistoiese - IV
[p. 51 modifica]

Cutigliano1

675 m.


Chi va da S. Marcello verso l’Abetone, passata la Cartiera della Lima d’un paio di chilometri poco più, vede ad un tratto sulla sinistra del fiume, là a mezza costa d’un monte, un considerevole gruppo di case biancheggianti, all’ombra di pochi ma grossi abeti. È Cutigliano, una residenza estiva che in pochi anni ha saputo richiamare a sè molti amatori di montagne, sia per la salubrità dell’aria fine e purissima, sia per la cortesia degli abitanti, per la nettezza pubblica e la bontà del trattamento. Non è ad elevazione straordinaria, ma se non in tutte le ore del giorno si godono le fresche aure di residenze più elevate, non vi si provano al contrario i subitanei cambiamenti di temperatura, che possono sopportarsi da persone robuste, e sono grandemente a temersi da chi è gracile o malaticcio. [p. 52 modifica]

Una bella strada carrozzabile lascia la via nazionale ai Casotti, e traversata la Lima sopra un ponte, sale per comode giravolte a Cutigliano, quasi tutto riunito in un borgo, con la bella piazza di Catilina ombreggiata in parte da alberi, e con sedili all’intorno. Non v’è umidità, ed è ben raro che le nebbie salgano dal fiume sino al paese,bene esposto e ventilato.

Una delle più amene passeggiate e senza fatica, è quella che per la via mulattiera, lunga due chilometri, conduce al poggio di S. Vito, 716 m., dal quale come dalla cima di un belvedere si gode una vista incantevole sui dintorni.

Cutigliano è abbondantemente provvisto di generi alimentari come una piccola città di pianura, ed a buon mercato, non avendo quelli abitanti il poco onesto costume di alterare i prezzi delle derrate : il forestiero è considerato come se fosse del paese.

Nell’estate il Balboni di Firenze vi apre una fabbrica di pane di lusso e all’uso inglese (English Baker): vi si forniscono S. Marcello, l’Abetone, Villa Margherita e altri.

Il clima di Cutigliano è molto raccomandato per i temperamenti scrofolosi: la salute pubblica ottima.

Vi ha in questo paese della montagna una persona tanto benemerita di Cutigliano, suo luogo nativo, alla quale potranno rivolgersi i [p. 53 modifica] forestieri per notizie e schiarimenti, certi che troveranno nel cav. dott. Luigi Bacci un cortese e compito gentiluomo.

Temperatura media estiva +23 C.


Alberghi. — Albergo «Il cappel d'Orlando» con pensione: proprietario Olinto Tonarelli. È il principale degli alberghi di Cutigliano, situato sulla Piazza Ferruccio, e sta aperto tutto l’anno. Il locale è stato ampliato di recente; ha una vasta sala da pranzo con un giardino annesso. Il compianto prof. G. B. Giuliani vi alloggiava sempre, quando passava le sue vacanze a studiare «il vivente linguaggio della Toscana» sulla montagna pistoiese, e si può dire cominciasse a mettere in fama questa residenza estiva e l’albergo, dove riposava dalle frequenti gite per i paeselli vicini.

La pensione è di lire 5-6 al giorno. Vi si vive come in famiglia. E frequentato da alpinisti italiani e stranieri.

Per lettere: Olinto Tonarelli, Piazza Ferruccio, Cutigliano; per telegrammi Olinto Tonarelli, Cutigliano.


Pensione Libro Aperto. — Questa pensione è in casa del cav. dott. Luigi Bacci ed è tenuta dalla signorina Mary Pendini, che ha pure [p. 54 modifica] pensione in Firenze, Via Strozzi, num. 2bis. li locale è comodo e bello, ed ha annesso un bel giardino in una delle migliori posizioni del paese. Servizio inappuntabile; camere eleganti, cucina ottima. Lire 9 a 12 al giorno. Per famiglie si fanno accomodamenti.

Cura lattea e bagni idroterapici nella Pensione, sotto la direzione del eh. dott. Parolini di Firenze.


Pensione Jenning. — È tenuta all’uso inglese da mrs. Jenning: ha un giardino annesso, situata in bella posizione: la pensione è dì lire 6 per giorno. Assai frequentata da inglesi.


Albergo Catilina. — E in Piazza Catilina, Casa comoda e ben situata: ne è proprietaria Giovanni Agati. Cucina alla casalinga e vita di famiglia: lire 5 per giorno. — Riduzioni per famiglie.


Albergo la Posta. — Tenuto da Tebaldo Baldaccini. La casa è composta di 7 o 8 camera che si affittano a prezzi discreti. Per lettera e telegrammi: Tebaldo Baldaccini, Cutigliano.


Pensione tre Potenze. — E in casa Farinati, tenuta dalla sig. Annunziata Petrucci. Bel [p. 55 modifica] giardino in posizione amenissima e vasta sala a terreno. Buon trattamento di famiglia. Pensione 5 a 7 lire al giorno.


Quartieri da affittarsi. — I quartieri mobiliati da affittarsi sono circa 20, composti di 4 o 5 camere sino a 10 oltre il salotto e la cucina. La pigione d’un quartiere varia dalle 200 alle 500 lire per tutta una stagione, cioè dal 1° giugno a tutto settembre, a seconda del numero delle stanze, della mobilia, della posizione ecc. Rivolgersi per le trattative di affitto ai sigg. Antonio Ferrari, Leopoldo Reggiannini, Carlo Bernardini, Augusto Reggiannini, Antonio Reggiannini, Ermete Reggiannini, Antonio Filippini, Torquato Farinati, Achille Reggiannini, Maria Cheioni, avv. Giulio Sichi, don Tito Sichi, Maria Reggiannini, Annunziata Lenzini, Cesare Fedi, Antonio Govigli, Adele Rossi, fratelli Vernaccini, fratelli Agati, Luigi Baldaccini, Augusto Spanti, Settimo Bugelli, Desiderio Baicchi.


Distanze. — Pracchia, S. F. più vicina, chil. 22, ore 2½ circa di vettura. S. Marcello, 8; Abetone. 13; Bagni di Lucca, 26; Cartiera della Lima 5.


Vetture. — Ogni giorno una vettura a due [p. 56 modifica] cavalli che fa il servizio postale parte per S. Marcello a ore 4½ ed a ore 11 ant.; ed una per l’Abetone e Fiumalbo a ore 12. Il prezzo per ogni posto da Cutigliano a S. Marcello o viceversa è di lire 1.50; quello da Cutigliano all’Abetone o viceversa è di lire 4.


Avvertenza. — Per chi voglia andare a Cutigliano con la vettura postale, giovi sapere che tutti i giorni trovasi alla stazione di Pracchia alParrivo del treno diretto da Pistoia (ore 8, 10 ant.) una piccola vettura a quattro ruote dei fratelli Catani, che oltre la valigia per le lettere, può trasportare due, tre ed anche quattro persone; lire 2 per persona sino a S. Marcello, e lire 3.50 sino a Cutigliano. La partenza da Pracchia è alle 8. 30 di mattina. Da Cutigliano la vettura postale parte alle 4. 30 e alle 11 ant. per S. Marcello e Pracchia, e i passeggieri sono in tempo a profittare dei treni ferroviari. Da Pracchia per Cutigliano, parte anche alle ore 17 arrivando a Cutigliano alle 21.

Nell’estate, attesa la frequenza dei villeggianti, è facile trovare anche per 1’arrivo a Pracchia del treno diretto della sera, da o per Bologna, vetture di S. Marcello o di Cutigliano. [p. 57 modifica]

Buone vetture e buoni cavalli tengono a Cutigliano, Olinto Tonarelli proprietario dell’albergo «Il Cappel d’Orlando», Giulio Baicchi e Tebaldo Baldaccini. I primi due fanno il servizio di posta.


Medico e Farmacia. — In paese. La farmacia tenuta ora dal dott. Cantucci di Siena, si trova fornitissima di ogni specialità, in modo che può uguagliare quelle migliori della città.


Posta e Telegrafo. — In paese. L’ufficio postale invia e riceve lettere assicurate con valore dichiarato sino a lire 5,000; emette e paga vaglia; ha una cassa postale di risparmio. La posta arriva a Cutigliano 3 volte al giorno, cioè alle 9, alle 12 ed alle 21 e parte alle 4.30 ed alle IL La consegna delle lettere a domicilio si fa a mezzogiorno, alle 9 ed alle 21 si distribuiscono all’ufficio di posta.


Guide, cavalcature. — Rivolgersi ai predetti Olinto Tonarelli, Mario Bartolozzi, Giulio Colò, detto il Poeta, Ciro Bracci.

Una cavalcatura con la sua guida, lire 5 al giorno, vitto compreso. La guida sola lire 3 con vitto. [p. 58 modifica]

Gite. — Fra le principali si notano:

Lago Seaffaiòlo, 1775 m., ore 3½.

Corno alle Scale, 1945 m., ore 4½. Ampio panorama; veduta della Valle del Po sino alle Alpi centrali, visibili ad occhio nudo se la mattinata è serena; veduta dei due mari alla levata del sole.

Madonna dell’Àcero, 1195 m., nella Valle della Dardagna, versante adriatico, ore 5½. Il 5 d’agosto si celebra a questo Santuario una festa, alla quale convengono i montanari dei dintorni.

Libro Aperto, 1956 m., bella veduta, 5 ore.

M. Cappel d’Orlando, 1042 m., ore 2.

Boscolungo o Abetone, 1388 m., in vettura ore 3 circa; a piedi prendendo le scorcitoie, lo stesso tempo.

Pian degli Ontani, 850 m., ore 1.

M. Cardoso, 1411 m., ore 2½.

Lago del Greppo, 1448 m. ore 3.

M. Tre Potenze, 1940 m., ore 5½. Bella veduta dell’Orrido di Botri, della valle del Serchio, del Tirreno ecc.

Cimone, 2160 m., ore 8 per 1’Abetone; ore 7 per i Tauffi.

Piastra, è il monte che vedesi di faccia a Cutigliano 1400 m. Stupenda veduta, ore 2½. Dalla Piastra si può andare in 1 ora al Balzo Nero 1320 m., notevole per la sua [p. 59 modifica] natura alpestre. Dalle sue tre punte si gode benissimo la veduta del mare Tirreno.

Lago Santo, 1501 m., uno dei più pittoreschi luoghi dell’Appennino. Per l'Abetone e le Mandriòle, ore 7. Fino alle Mandriòle si può andare in vettura; di qui a piedi 3 ore di cammino per sentieri non disagevoli. [p. 60 modifica]

  1. Cutigliàno.