Leggenda eterna/Risveglio/Il Canto dell'ironia

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Il Canto dell'ironia

../Natale..... 1895! ../Per le nozze di Donna Laura Ruspoli IncludiIntestazione 31 luglio 2010 75% Letteratura

Risveglio - Natale..... 1895! Risveglio - Per le nozze di Donna Laura Ruspoli

 
La tenebra scende; che importa?
Il canto - sia d’astri o d’aurore.
Assai fu nel tempo il dolore,
assai ci pascemmo di pianto!

Veloci precipitan gli anni?
Cantiamo - le rondini e il maggio:
non trilla il decrepito faggio
se un nido s’appende al suo ramo?

Di sogni così nella prona
mia testa - uno stormo annidò;
di dove migrati non so,
ma cantano e trillano a festa.

I larghi tripudi del vento,
i rivi - che il Maggio conduce
com’ebbri di gioia e di luce
tra un brivido d’erbe, pei clivi:

le notti stellate sul sonno
dei monti - al sereno albeggiare
l’odor delle selve, e sul mare
l’augusta beltà dei tramonti:

le cose possenti, le cose
gioconde - non altro essi sanno.
Che importa se chiude un inganno
l’azzurra innocenza dell’onde?

che importan gli abissi e che il sole
indori - ogni fango, e la fresca
ninfea l’acqua putrida cresca,
e strisci la biscia tra i fiori;

se tutte improvvisa dischiude
le porte - di luce, e il vitale
segreto del bene e del male
l’immensa bontà della morte?