Milione/23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Capitolo 23
Del reame di Mosul

../22 ../24 IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% Saggi

Capitolo 23
Del reame di Mosul
22 24


Mosul è uno grande reame, ove è molte generazioni di genti, le quali vi conterò incontenente. E v’à una gente che si chiamano arabi, ch’adorano Malcometto; un’altra gente v’à che tengono la legge cristiana, ma no come comanda la chiesa di Roma, ma fallano in piú cose. Egli sono chiamati nestorini e iacopi, egli ànno uno patriarca che si chiama Iacolic, e questo patriarca fa vescovi e arcivescovi e abati; e fagli per tutta India e per Baudac e per Acata, come fa lo papa di Roma; e tutti questi cristiani sono nestorini e iacopit.

E tutti li panni di seta e d’oro che si chiamano mosolin si fanno quivi, e li grandi mercatanti che si chiamano mosolin sono di quello reame di sopra. E ne le montagne di questo regno sono genti che si chiamano di cristiani nestorini e iacopit; l’altre parti sono saracini ch’adorano Malcometto, e sono mala gente, e rubano volontieri li mercatanti. Ora diremo de la grande città di Baudac.