Myricae/Le gioie del poeta/Il miracolo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../Il Mago

../In alto IncludiIntestazione 22 giugno 2012 100% Poesie

Le gioie del poeta - Il Mago Le gioie del poeta - In alto
[p. 87 modifica]

II


Il miracolo



Vedeste, al tocco suo, morte pupille!

Vedeste in cielo bianchi lastricati
con macchie azzurre tra le lastre rare;
bianche le fratte, bianchi erano i prati,
queto fumava un bianco casolare,5
sfogliava il mandorlo ali di farfalle.

[p. 88 modifica]


Vedeste l’erba lucido tappeto,
e sulle pietre il musco smeraldino;
tremava il verde ciuffo del canneto,
sbocciava la ninfèa, nell’acquitrino,10
tra rane verdi e verdi raganelle.

Vedeste azzurro scendere il ruscello
fuori dei monti, fuor delle foreste,
e quelle creste, aereo castello,
tagliare in cielo un lembo più celeste:15
era colore di vïola il colle.

Vedeste in mezzo a nuvole di cloro
rossa raggiar la fuga de’ palazzi
lungo la ripa, ed il tramonto d’oro
dalle vetrate vaporare a sprazzi,20
a larghi fasci, a tremule scintille.

Dormono i corvi dentro i lecci oscuri,
qualche fiaccola va pei cimiteri;
dentro i palazzi, dentro gli abituri,
al buio, accanto ai grandi letti neri,25
dormono nere e piccole le culle.