Non più illusioni (Carpi)/14

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Avvenire d'Italia

../13 ../Indice IncludiIntestazione 24 marzo 2011 100% Storia

13 Indice
[p. 42 modifica]
14.

Bello ora parmi l’osservare in questo grande movimento nazionale, come non si trascurarono, per quanto il concedessero l’agitazione degli animi rivolti alla guerra, i grandi interessi agrarii, economici ed industriali.

Ai lavori nei canali, nei porti, nelle strade di terra e nelle strade ferrate si diede nella media Italia un grande ed insolito impulso. — Si pensò inoltre al riordinamento degli studi, delle amministrazioni e delle leggi in senso largo e liberale, e molte e santissime cose furono operate pel bene delle classi meno agiate.

Ma tutto ciò è un nulla a fronte di quanto potremo operare, una volta costituiti in un gran popolo indipendente, avvegnachè i grandi concetti si colleghino e si succedano in modo maraviglioso, e la storia di tutti i grandi popoli ce ne offre splendidi esempi. Le arti, i commerci, le industrie, l’agricoltura, le scienze e le lettere, tutti questi rami dello scibile, prenderanno le forme grandiose che il genio italiano sa loro imprimere, seguendo le proporzioni a cui li guiderà lo sviluppo delle idee massime dell’indipendenza e dell’unità nazionale.

A noi sopratutto l’opera insigne di non porgere più argomenti ad un Parini di sferzare gli ozii imbelli della gioventù dorata, ad un Giusti di irridere ai costumi leggieri di una borghesia insciente e snervata, ad un Alfieri di fulminare la prepotente ignoranza dei grandi e la protervia dei Re, ad un Leopardi di coprire col funereo manto della sfiducia e del dolore le imperfezioni sociali, ed in allora non solo l’Italia sarà, ma sarà per sempre!