Non ride fior nel prato, onda non fugge

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Vincenzo Leonio

N Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Non ride fior nel prato, onda non fugge Intestazione 27 ottobre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Vincenzo Leonio


[p. 236 modifica]

II


Non ride fior nel prato, onda non fugge,
     Non scioglie volo augel, non spira vento,
     Cui piangendo io non dica ogni momento
     Quell’acerbo dolor, che il cor mi sugge.
5Ma quando a lei, che mi diletta, e strugge,
     L’amoroso desio narrare io tento,
     Appena articolato il primo accento
     Spaventata la voce al sen rifugge.

[p. 237 modifica]

Cosi Amor, ch’ogni strazio ha in me raccolto,
     10Ferimmi, e la ferita a lei, che solo
     Potria sanarla, palesar m’è tolto.
Ah, che giammai non formerò parola,
     Poichè l’Alma inver l’amato volto
     Il mio cuore abbandona, a e lei sen volar.