O superbetto mio picciolo Reno

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Enea Antonio Bonini

O Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura O superbetto mio picciolo Reno Intestazione 8 luglio 2017 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Enea Antonio Bonini


[p. 68 modifica]

II1


O superbetto mio picciolo Reno,
     Deh lascia, lascia omai questo costume
     Di tor ninfe or a questo, or a quel fiume,
     Se di sì bella il Cielo ornò il tuo seno.
5Tu poi sospiri, perchè gonfio e pieno
     A romper vai fra boschi le tue spume,
     E perchè giaci, insin che ti consume
     Sparso l’ardente Sol nel tuo terreno.
Non senti ancor, che il Tebro oggi si duole, li
     10Che non contento di rapirgli due
     Figlie d’un sol pastor, la terza invole?
Non sai, che questi ha in man le sorti tue?
     O mio Ren, quando è irato! ed ei non vuole,
     Ch’io gli rammenti le Sabine sue.

Note

  1. Per la terza Sacchetti maritata in Bologna.