Obras Poéticas de Glauceste Satúrnio/Sonetos/XCV

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XCV

../XCIV ../XCVI IncludiIntestazione 12 settembre 2015 100% Poesie

Sonetos - XCIV Sonetos - XCVI
[p. 150 modifica]

XCV

 
     Del tuo Fileno alla incerata avena
Ferma, Nice crudel, ferma le piante;
Mentre in tua lode ’l Pastorello amante
4Dolce fa risonar la selva amena.
 
     Vedi, come di gioja in questa arena
Tutto par ch’innamore ’l tuo sembiante,
Il feroce Leon, la Tigre errante,
8Il mar, che freme, il ciel, che ne balena.
 
     Di sopra questo sasso ah ben vegg’io
Giungersi intorno a me del tuo bel nome
11Al ecco amato di Protheo la gregge:
 
     Tutto vien’ad udirmi; é pieno il rio
De gl’umidi abitanti; e (non so come)
14Altra legge non han, che la tua legge.