Oreste (Alfieri)/Atto quinto/Scena sesta

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto quinto

Scena sesta

../Scena quinta ../Scena settima IncludiIntestazione 30 luglio 2010 75% Teatro

Atto quinto - Scena quinta Atto quinto - Scena settima

Pilade, Elettra, seguaci di Pilade.

Elettra
Deh! dimmi: Oreste?...
Pilade
D’armi ei cinge la reggia: è certa omai
la preda nostra. Ove si appiatta Egisto?
Vedestil tu?
Elettra
Vidi, e rattenni indarno
la forsennata sua consorte: fuori,
per questa porta, ella scagliossi; e disse,
che volea di sé fare a Egisto scudo.
Ito era dunque ei pria fuor della reggia.
Pilade
Che agli Argivi mostrarsi osato egli abbia?
Dunque a quest’ora ucciso egli è: felice
chi primiero il fería! - Ma, piú dappresso,
maggiori odo le strida...
Elettra
"Oreste"? Ah fosse!...
Pilade
Eccolo, ei vien nel furor suo.