Pagina:AA.VV. - Commedie del Cinquecento, Vol. I, Laterza, 1912.djvu/286

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
278 i tre tiranni

          Ne li vo’ render parte.
          Crisaulo  Tutti, tutti.
          Pensa se piacque a lui l’essergli tolti,
          quando è si grave a te, che gli hai rubbati,
          restituirgli!
          Pilastrino  Mi farai morire
          coni’ un uom disperato. Se fai questo,
          non camperò duo di.
          Crisaulo  Va’. Son contento.
          Porta qui tutto quello e’ hai del suo.
          Ed io, perché non mora, ti prometto
          di lasciartene il terzo; gli altri voglio
          rendergliel’io.
          Pilastrino  Lo voglio fare, orsú!
          Che pure, in vero, non potrei tenergli
          senza peccato; e forse ancora, un tratto,
          glieli rendeva io istesso.
          Crisaulo  Mal per lui,
          se stava a questo!