Pagina:Abrabanel, Juda ben Isaac – Dialoghi d'amore, 1929 – BEIC 1855777.djvu/253

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

l’anno cosmico 247

altissime idee del divino intelletto fino al nuovo ritorno loro ne la universal creazione e generazione de l’universo: ché allora giá il caos ingravidato de la divinitá germina sustanzie materiali informate di tutte le idee, cioè nel mondo inferiore corporeo e successivamente generabile e corruttibile, nel mondo celeste corporeo e mobile circularmente senza generazione e corruzione successiva, nel mondo intellettuale materie sustanziali incorporee immobili e ingenerabili e incorruttibili; avvenga che nel fin del secolo tutti si dissolvino, ritornando a’ primi parenti, come t’ho detto.

Sofia. Se ’l cielo con tutto il pieno si dissolve, passati li quarantanove milia anni, come costoro dicono, dunque quella ottava sfera, dove è la multitudine delle stelle fisse, secondo la tarditá del suo moto poche circulazioni potrá fare in tutto il tempo della vita del mondo e sua, però che, secondo ho giá da te inteso, gli astrologi in non meno di trentasei milia anni dicono che fa una circulazione (alcuni dicono in piú di quaranta milia): [e] se la vita sua non è piú di quaranta milia, poco piú d’una circulazione potrá fare in tutto il tempo della vita; che pare strano.

Filone. Secondo loro mente, piú del tempo d’una sola revoluzione de l’ottava sfera dura tutta la vita sua e del resto de l’universo: però che in effetto, ben che li primi astrologi la ponghino in trentasei milia anni e altri piú antichi in manco, la verificazione degli ultimi, alla quale doniamo piú fede, pone una circulazione sua in quaranta milia anni precessi. Dicono adunque i teologi che tanto è la vita del mondo quanto sta l’ottava sfera a far una circulazione: e fatta essa, con tutto il resto si dissolve, ritornando le forme ne la divinitá e le materie ne la madre caos; il quale, riposando mille anni, se ringravida de l’intelletto divino, [e] informato di tutte le idee sue, un’altra volta di poi di cinquanta milia anni, ritorna a germinare il cielo e la terra e altre cose de l’universo. E giá gli astrologi, signando questo, dicono che, girando l’ottava sfera una volta, ritornan tutte le cose come ne la prima.

Sofia. Consuona adunque l’astrologia al detto di questi