Pagina:Abrabanel, Juda ben Isaac – Dialoghi d'amore, 1929 – BEIC 1855777.djvu/387

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

le tre ultime questioni 381

sommo buono, primo principio suo: e con questo sono satisfatta de la mia quinta dimanda, del perché l’amor nacque ne l’universo. Tre cose sole mi restano a sapere in questa materia: l’una, che se bene la dilettazione debbe essere fine de l’amore naturale o sensibile, cioè di quello amore che proviene d’anima e virtú corporee, non par giá conveniente che sia ancor fine de l’amore intellettuale; però che la dilettazione è passione, e intelletto separato da materia non è possibile, né giusto è che sia suggetto d’alcuna passione, tanto piú l’intelletto angelico e divino: onde loro non debbeno avere la dilettazione per proprio fine; non è adunque quella il fin comune d’ogni amore (come hai detto). La seconda è, che se ben il fine di tutti gli amori reduttivi è dilettazione (come hai detto), l’amori produttivi non par che abbino questo fine, però che nissuna cosa si diletta in approssimarsi al non bello: onde piú presto par che sia il fine di quelli amori produttivi dare e participare bellezza ove non è, che dilettarsi (come hai detto), perché non si può dilettare con chi da sé non ha bellezza. La terza è, che tu hai detto di sopra che l’amore che ha il creatore a l’universo creato è quello che il reduce a la sua perfezione, cosí come l’amore che ha a la propria bellezza è quello che l’ha prodotto; e ora mi dici che quello amore ch’il conduce in la sua propria perfezione è quello che ha l’universo, mediante la sua parte intellettiva, a la somma bellezza divina: non è adunque l’amor di Dio a l’universo quello che il conduce in sua perfezione, ma quello de l’universo a Dio. Solvemi questi tre dubi, e mi chiamarò satisfatta da te di quello che m’hai promesso dire del nascimento d’amore.

Filone. Per questo poco resto non voglio lasciare d’uscire di questo debito. La dilettazione sensuale è passione ne l’anima sensitiva, cosí come l’amore sensuale è ancora passione di quella: se non che l’amor è la prima de le sue passioni, e la dilettazione è l’ultima e fin di esso amore: ma la dilettazione intellettuale non è passione ne l’intelletto amante: e se tu consenti che ne li enti intellettuali sia amore che non è passione, bisogna ancor che consenti che in quelli sia dilettazione senza passione, la