Pagina:Alberti, Leon Battista – Opere volgari, Vol. III, 1973 – BEIC 1724974.djvu/157

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ludi rerum mathematicarum 155


Se ’l campo sarà non ritondo ma circuito da più archi, cavatene prima tutti e’ quadrati che entrano, e tutti i trianguli; come dicemmo di sopra, così fate. Resteranno quelle parti simili a una


Ludi-mathematici0017.gif

[Fig. 17]


luna amezzata o scema. S’ella proprio sarà parte quanto un mezzo circulo, saprete quanto sarà il tutto per la via di sopra del circulo, e divideretelo per mezzo. Se sarà parte e minore che un mezzo circulo, simile a uno arco, gli antichi feciono una tavola per la quale si misura la corda insino alla schiena dell’arco, e con questa tavola pigliavono assai espressa certezza; ma son cose molto intrigate e non atte a questi ludi quali io proposi. E quanto attaglia a vostri piaceri, basta cavare tutti e’ quadranguli e tutti e’ trianguli, e ridurli a squadra, come dicemmo di sopra, in questa Forma [Fig. 18].


Ludi-mathematici0018.gif

[Fig. 18]