Pagina:Albini - Le nostre fanciulle.djvu/174

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

LE SIGNORINE...

Se non mi decido ad aggiungervi il vecchie, o almeno il mature, non c’intendiamo più, poichè non v’è altra parola italiana che voglia significare la fanciulla che quasi arriva o che ha passata la trentina, a meno che non si ricorra alla zitellona, una parola da lasciare ai nipoti impertinenti e che col tempo non si troverà nel vocabolario che come ricordo di un tipo scomparso.

La ragazza che ha oggi trentanni, non la riconoscereste se la incontrate per la strada, e v’accade, vedendola in un salotto, di chiederle di suo marito: poichè la zitellona d’oggi, la vecchia signorina — chiamiamola con queste due parole che si correggono l’un l’altra — la vecchia signorina del giorno d’oggi conserva un’aria giovanile anche al di là dei trentanni, e quando eroicamente s’è liberata d’ogni spe-

132 Le signorine...