Pagina:Alcune lettere delle cose del Giappone. Dell'anno 1579. insino al 1581, 1584.djvu/36

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


34 lettera ch’a tutti daua cagione di non pkciola merauiglia, eftupore: e poi "diflribuiua i kofarij, ch’il Tadre gli daua, ponendogli eglifieffo al collo de battesati, y n a volta fece loro vn fermane, cffortandolt ad effer buoni Chriftiani, coflanti e fermi ne la legge, e fede, che nel battefmo haueuano riceuuto. Vnaltravoltavdedovn’fermone della confezione; cominciò à lodar molto queflofacramento, dicendo, che ùoueua cagionare gran quiete e pace in quell) che fi confeffano fpeffo: ir per quefla cagione egli lofio cbefuffe battevo, fi farebbe confetto molto fpeffo,da che la cófefiione trabeuafecofi gradi beni. Tra quelli ch’aU’horafi conuertirono, fùvna certa per fona mollo honorata, ch’era come gommatore di quella Città, doue ilF^gxouane dmoràua-, che non era ~vna terra fola, ma anco molte "ville, nelle quali erano più divintimilia anime. Cominciò coftui àvdire alcunifermoni del Catechifmo, e "N. S. li toccò il cuore infieme con fua moglie in modo tale: ch’adeffo amendue fono li migliori Chrifliani, che filano in tutto’l Giappone:vnofi chiamò Leone, cl’altra Maria. Sibatte^orno infieme con cofloro più diducento pcrfoneVafialli, £T creati dicafafua. Mentre fi catechi^aua glivenne fi gran feruore è fdegno contragli idoli-, ch’ado invn tratto a metter fuoco d cinque tepij di Camis,e Fotoques, che fanno fotto la fuagiurifdittione: tra i quali eravno de più principali,e più -venerati di tutto Bungo.’N.e conten to di ciò,prefe i fuoi Camis,e Fotoques,e tagliata loro la tefiafiigittò invìi pkciol rio,cbevi era-vicino.