Pagina:Alcune lettere delle cose del Giappone. Dell'anno 1579. insino al 1581, 1584.djvu/76

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


74 LETTERA la gente princlpal e, i? anco gli iRefii ChriRianì, gli panie meglio differirlo per altro tempo più commodo, evenirfene a Meaco: particularmente battendo a trattare alcuni negotij d’importanza con ZZobunanga. Scriffero anco, che Rà tutta quella terra tanto ben difpofla, che fen^a dubio al fine di quefia guerra (i faranno molti Chrittiani.’Perciocbe due altri figli di TSlobunanga mofirano a noRri, alle cofe di noRra legge grand’affettione & amore. Particolarmente il terzogenito ci fi mojlra più familiare di tutti: e diceliberamenteyoler effere Cbriftiano: & fuo padre ha promeffovoler fare cofe grandi per la CbriRianità •, crediamo che lo farà, per l’obligo che tiene con i noRri, poi che GiuRo fi determinò fer■uìrlo, che gli fù di non piccóla~vtilità. I fauori che ci fanno queRi Signori in prefenza di tutti > fono di grande importanza, per quel che noi pretendiamo: perciocbe per effer Tgobunanga fi gran Signore, che tiene altri Re ir Signori grandi per vaffalli: efid per effer Signore e padrone di tutti i regni, che fono da Meaco in qud,fenzagli altri che pofiiede dall’al tro canto. Ha con quefio tanta poffanZa, & è tanto filmato da tutti, che fànno gran conto i Signori del Giappone bauer da lui pur yn buonyifo- t o dica,o fcriua loroyna parola difauore. E moRrandofi egli coni noRri cofit familiare -, e facendo più honorea noflri che ad altri; molti di loro hanno a caro bauer amicitia noftra, dal che ci -vengono molte occafioni per poter promulgare e dilatare l’Euangelio fanto. Som