Pagina:Alexander Pope - Pastorals - en it fr.djvu/105

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Autunno. 51

O tu, che dalle Nove unit’ ottieni
     Di Plauto il brio, e l’arte di Terenzio,
     E insiem il foco del divin Menandro;
     Il cui saver s’insegna, e ’l gusto alletta,
     E ’l cui giudizio ne comanda; e ’l cui
     Spirto ci rende ai ben oprar ferventi;
     O tu nell’arte di natura esperto!
     Deh! volgi il guardo a cor di pastorelli
     A passioni senz’arte, a pene innate.

Già tramontando Febo i raggi fulgidi
     Spargea sereno, e le fioccose nuvole
     Eran vergate di lucente porpora,
     Allor ch’Ila canoro con melodici
     Piant’ insegnava l’aspre nocche a gemere,
     E facea monti ancor sciogliers’ in lagrime.