Pagina:Antichi monumenti di Siracusa.djvu/33

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

X    23    X

Michele IV. Paflagone di Costantinopoli invia in Sicilia il gran Capitano Giorgio Maniaci, Protopastaro, e Prefetto del Palazzo Imperiale, assalta dopo alcune città Siracusa, e se ne rende padrone, uccide il Saracino Arcadio, di rinomato valore, che vegliava alla difesa della città.

1040.

I Saraceni per la dappocagine dei Capitani imperiali greci di nuovo s’impossessano di Siracusa.

1085.

I Normanni nel mese di ottobre ne cacciano i Saraceni, dopo di aver governato Siracusa anni 207., e mesi cinque circa, e si rendon padroni della Città.

1194.

Dopo i Normanni ne prendon la signoria gli Svevi.

1266.

Gli Angioini succedono agli Svevi.

1282.

Seguito in Siracusa a 11. d’Aprile giorno di giovedì il vespro siciliano, gli Angioini lasciano il governo, ed entrano gli Aragonesi. In tempo dei sovrani Svevi, Angioini, e Aragonesi la Sicilia era divisa in due parti, restando per confine della medesima il fiume Salso, laonde li chiamava la Sicilia di quà, e di là del fiume suddetto, continuando sempre la partizione delle tre