Pagina:Archivio storico italiano, serie 3, volume 12 (1870).djvu/84

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
80 bona di savoia

dole poi sensibilissimo di dover essere posposta a persone di vil nascimento.


Magnifice et generoae miles amiceque noster carissime.


Per le littere vostre he per quelle che ne ha per parte vostra dicto il secretario nostro presente portatore dil quale havemo receputo livre due mila he quatrocento che ne havete facto expedirci, havemo, inteyso cum quale amore he affecto vi sete adoperato in le facende nostre la quale non he stata a noi cossa nova perchè dove siamo stata sempre vi havemo cognosciuto nostro vero he intrinseco amico quali beneficii .serano appresso di noi di continua memoria. Siamo stata in dispiacere grande che Girvaxo servitore nostro senza participatione he consiglio vostro habia acceptato quella assignatione di Piasenza perchè questo he stato contra lo comandamento nostro pur se bisoguarà che per amore he respecto nostro siate reparatore de li errori per epso Gervaxo commissi come dil tutto in voi havemo fede he speranza.

Mandiamo per epso secretario nostro lo biancho signato he sigillato per lo anno 1502 del quale ne farete fare tale assignatione che in breve possiamo bavere li dinari nostri per satisfare a le necessitate nostre delle quali assay seti informato.

Scrivemo a Gervaxo che circha le facende nostre non proceda senza participatione he ordine vostro, al quale farete fare la contro littera de la resta de l’anno 1501 aciò che se possiamo di quella adiutare verso la Maestà del re per la resta ciie ne debe dare lo thesorero. Ho per certo che con . . . la semplicità grande del dicto Gervaxo di havere . . . . . . . come l’ha facto.

Epso nostro secretario ne ha narrato come havito facto pagare al dicto Gervaxo le speyse per lui facte in Piasenza he lo modo che havemo a tenire per hauer expeditione de li danari nostri lo quale havemo deliberato di mandar a effecto seguendo lo stillo de le littere che per forma mi havite mandate he incontinenti ritrovato che sia da voy epso nostro secretario dil che di bon core vi ringratiamo pregandove per