Pagina:Archivio storico italiano, serie 5, volume 7 (1891).djvu/242

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
222 notizie

Repubblica, fu fatto morire tra tormenti atrocissimi; onde la Repubblica fiorentina premiò con pubblici stanziamenti i figliuoli dell’eroe. La narrazione del P., semplice ed elegante, è condotta di su la Storia fiorentina del Cavalcanti e la Cronaca genovese dello Stella, e col sussidio di nuovi documenti, tre dei quali si pubblicano in appendice.

— Il sig. Guglielmo Fraknói, vicepresidente dell’Accademia ungherese delle scienze, ha pubblicato una vita di Mattia Corvino (Hunyadi Màthiàs Kiràly, 1410-90. Budapest, 1890), compilata in gran parte su fonti e documenti italiani, e che ha molta importanza anche per la storia politica e letteraria del nostro paese.

— Nell’Almanacco del giornale L’Amico del Contadino (1891, Firenze, Bruscoli), il prof. I. Del Lungo continua a pubblicare le Lettere scritte di campagna da Buongianni Guicciardini; e questa volta sono due lettere del 29 ottobre 1530 e del 28 die. 154?, che trattano al solito di cose campagnuole, e sono, in questo genere, modelli di lingua e di stile: v’è pure qualche accenno a cose politiche, sebbene lo scrittore dichiari che sta in luogo da non intendere «nuove», se non «poi che sono molto vecchie», e di non cercarne né anche, «che mi basta se noi stiano in pace».

— È compiuta la edizione delle Opere latine di Giordano Bruno, fatta a spese dello Stato (Iordani Bruni Nolani, Opera latine conscripta, publicis sumptibus edita), i cui ultimi cinque tomi (vol. I, parte 3; I, 4; II, 2; II, 3; III) sono stati curati dai proff. F. Tocco e G. Vitelli di Firenze, e stampati dai Successori Le Monnier, 1889-1891. L’edizione di questi cinque volumi è fatta con grandissima accuratezza; e speciale considerazione merita l’ultimo (III), che contiene le opere fin qui inedite, raccolte da codici in patte autografi, in parte copiati a tempo del Bruno stesso. Vincendo difficoltà non comuni di lettura e d’interpretazione, i valenti editori ne hanno stabilito il testo in modo esemplare e l’hanno corredato di un coscenzioso apparato critico. Una semplice e schietta prefazione sta a capo al volume; e le fa séguito la descrizione dei mss. usufruiti, la quale non è soltanto una descrizione materiale, ma una storia critica, narrata con molta diligenza, studiata con molto acume, e che offre un buon contributo alla storia cronologica delle opere Bruniane. Il volume è corredato di alcuni facsimili paleografici.

Politische und militarische Correspondenz: König Friedrichs von Württemberg mit Kaiser Napoleon I, 1805-1813, ed.