Pagina:Archivio storico italiano, serie 5, volume 7 (1891).djvu/422

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
402 aneddoti e varietà

veramente curiosi. Il Re di Francia vi è definito " maestro che sa tutte le regole a memoria, et è sempre attivo, essendo rarissimi gli esempi che sia passivo „; la Spagna "ha imparato a pronunciare un nuovo dittongo e fa buona concordanza con Francia, che è il sustantivo suo „; il Pontefice " è della prima de’ Neutri, onde per conseguenza non dovrebbe essere passivo „; il Duca di Parma " è una lettera muta, e forse gli scapperà la liquida per tema che il moto passi nel suo Stato „; la Savoia " ò una parentesi che non ha il claudatur verso la Francia „; Milano " è un errore d’ortografia, dovendosi scrivere Malanno d’Italia „; la Turchia " è un barbarismo che potrebbe sporcare il foglio „; e infine l’Europa tutta " è una Grammatica stracciata „.

In una Nota dei Libri che sono nella Libreria del Sig. Duca di Medina Celi, si fanno terribili insinuazioni ed accuse contro questo Viceré di Napoli, ed altri personaggi napoletani, come il Principe d’Ottaiano, il Cantelmo, il Caraffa, ecc.; insinuazioni ed accuse, che troppo bene appariscono dai titoli dei loro libri. L’uno ha composto " Il Pedante Sodomita „; l’altro " La Religione per pulitica „; e chi una " Consulta di guerra: si perda il Regno e si salvi il Viceré „: chi il " Modo d’ingannare due monarchi col proprio utile „. — Ritroviamo, invece, una satira più fina ed urbana nella Nuova e curiosa Libreria uscita alle Stampe. In essa Luigi XIV è autore d’un’opera intitolata " L’Atlante delle Spagne „; l’imperatore Leopoldo ha composto " Le massime d’un preteso Dominio appoggiate sulla politica d’una forza ideale „; Filippo V pubblica un itinerario marziale, che ha per titolo " La Monarchia combattuta contro la Giustizia de’ Regij, e sostenuta a volo „; l’Imperatrice ha stampato " Li sospiri e stenti d’un afflitto core „; e così via dicendo. Qui, si vede bene, si parteggiava per Francia.

Ma era un partigiano dell’Austria l’autore dei Quadri apparecchiati dalla Begina vedova di Spagna per l’appartamento di Carlo 3.° nel Palazzo Reale di Madrid; ed era un uomo che sperava anche per la sua patria, come apparisce dal quadro in cui finge rappresentato un Congresso di Fisici. Non dispiacerà, spero, che riporti integralmente questo scritto:

I. Faraone nel Mare. - Ritratto del Re di Francia, immerso nel sangue de’sudditi, con motto - Dextera tua. Domine, percussit inimicum.

II. Saul appoggiato sopra l’asta, che prega il soldato Amalechita che l’ammazzi. - Ritratto del Duca di Baviera, con motto - tenent me angustiae.

III. Il cieco nato illuminato dal Signore. - Ritratto del Duca di Savoia col motto - Modo vides.

IV. Giuditta che impugna la testa d’Oloferne. - Ritratto della Regina d’Inghilterra col motto - Dedisti potentiam in manu foeminae.