Pagina:Ardigo - Scritti vari.djvu/69

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Polemiche 63

ho nelle mani più di cento documenti originali per ricacciare in gola al gesuita le sue calunnie: documenti che mostrano quale è sempre stata la mia condotta in Roma».

In quanto alla prima calunnia del prete Ardigò, sappia il poco reverendo calunniatore, che il sig. Luigi Desanctis ha sempre abitato una casa religiosa di stretta clausura: quindi se essa era una casa... la calunnia ricadrebbe su quei santi religiosi, che ancora la abitano, che pure sono amici del sig. Ardigò.

Se la condotta del Desanctis fosse stata immorale, come per più di dieci anni, fino al giorno di sua partenza, è stato onorato dal cardinal Patrizi vicario del Papa delle missioni le più delicate? Si può dire che non vi è stato monastero di monache in Roma, comprese le cappuccine e le sepolte vive, nel quale egli non sia stato mandato dal cardinal Patrizi come predicatore di quaresimali, di avventi, di esercizi spirituali, di prediche domenicali, ecc., non sia stato mandato come confessore ordinario o straordinario, ecc. Quando Pio IX, nel dicembre 1846, ordinò le missioni in Roma, il Desanctis fu uno dei principali predicatori. Nel 1847 fu destinato dal cardinale Patrizi a dare gli esercizi spirituali a’ militari, a dare i catechismi in una delle principali chiese di Roma, a predicare la quaresima ad uno de’ principali monasteri di monache. Domandiamo al prete calunniatore: si danno cotali incombenze ad un prete immorale, la cui casa è...?

Risponderà forse che la di lui immoralità non era conosciuta; ma quando fu conosciuta fu scacciato da Roma. Ma se la sua casa era... se egli bazzicava tutte le donne, come non era conosciuto? Egli fu cacciato da Roma? Ma egli conserva ancora il suo passaporto libero firmato dal cardinale Ferretti allora segretario di Stato: ha la lettera commendatizia del cardinal vicario, rilasciatagli sulla sua domanda di assentarsi per alcuni giorni da Roma, nella quale è detto (apra bene le orecchie, prete Ardigò): Te voti compotem facientes (veda che la commendatizia è rilasciata sulla mia domanda di partire, è un permesso