Pagina:Ariosto, Ludovico – Orlando furioso, Vol. II, 1928 – BEIC 1738143.djvu/322

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
316 canto


136
     E da lui, da Vivian, da Malagigi,
dal ferito Aldigier tolse commiato.
Si proferiro anch’essi alli servigi
di lui, debitor sempre in ogni lato.
Marfisa avea sí il cor d’ire a Parigi,
che ’l salutar gli amici avea scordato;
ma Malagigi andò tanto e Viviano,
che pur la salutaron di lontano;

137
     e cosí Ricciardetto; ma Aldigiero
giace, e convien che suo mal grado resti.
Verso Parigi avean preso il sentiero
quelli duo prima, et or lo piglian questi.
Dirvi, Signor, ne l’altro canto spero
miracolosi e sopraumani gesti,
che con danno degli uomini di Carlo
ambe le coppie fèr, di ch’io vi parlo.