Pagina:Ariosto-Op.minori.1-(1857).djvu/19

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
x epitome bibliografica


* — Cinque Canti e Frammenti ec. Parigi, presso Michele Lambert, 1776 * (Opere varie di L. Ariosto; edizione diretta da Giuseppe Pezzana); in-8., vol. I, pag. 1.

— Venezia, Pitteri, 1783. (Materiale ristampa dell’antecedente del 1766).

— Parigi, Merigot, 1784 (Opere varie ec.; ristampa dell’edizione procurata dal Pezzana); in-12.

— Milano, Società tipografica dei Classici Italiani, 1814 (coll’Orlando ec.); in-8., vol. V, pag. 343.

— Firenze, Molini, 1822 (Rime e Satire di L. Ariosto); in-8, pag. 3.

ivi, pel medesimo, 1824. (Poesie varie di L. Ariosto) in-12. pag. 1.

ivi, Ciardetti, 1825 (Tutte le opere di L. Ariosto) in-12.


Satire.


Satire. — * 1533; in-8. — Il padre Ciriani, agostiniano, nell’opera sua manoscritta intorno agli uomini illustri di Ferrara, fa menzione di questa stampa, fatta probabilmente, come suol dirsi, alla macchia, senza nota nè di lungo nè di stampatore. *

— 1534; in-8. — * Senza alcuna nota di stampatore nè luogo; ma nel principio del libro dicesi: di nuovo stampate nel mese di giugno 1534; il che conferma la esistenza della edizione precedente. * — Fin qui il Baruffaldi; al che giova soggiungere l’opinione del Gamba: «Apostolo Zeno scrisse: Quantunque abbia nel frontispizio di nuovo stampate, tuttavia essendosi fatta un anno dopo la morte dell’Ariosto, il quale non so che in vita permettesse mai che lo fossero, io credo essere stata la prima edizione (Note al Fontanini). Vuolsi non sussistere un’edizione dell’anno 1533, accennata soltanto dal Baruffaldi nella Vita dell’Ariosto

* — Venezia, per Francesco Bindoni e Maffeo Pasini, 1535, in-8; e poi anche 1537 e 1538 *.

ivi, per Niccolò d’Aristotile detto Zoppino, 1538; in-8. Di pagine sessantaquattro non numerate, col ritratto dell’autore nel frontispizio, sopra il quale è il titolo Le satire de M. Lodovico Ariosto, e sotto la semplice data M.D.XXXVIII. (A. Torri.) Dello stesso Zoppino citasi ancora una edizione colla data del 1537.

* — ivi, 1546; in-8. *.

ivi, Bindoni e Pasini 1548 e 1550; in-8.

ivi, Giolito, 1553; in-12.

ivi, Plinio Pietrasanta, 1554; in-8. Vi sono unite le satire di Luigi Alamanni. (Gamba.)

* — ivi, per Gabriel Giolito, 1556 e 1557; in-8; e 1560 in-12. Unite alle Rime. *

ivi, Milano, per Giovanni Antonio degli Antoni, 1558. Merita di essere ricordata per l’eleganza della impressione, e serbasi nella Trivulziana. (Gamba.)

— Venezia, Francesco Sansovino, 1561; in-12. (Fontanini).

ivi, De Leno, 1562; in-8. Con ritratto sul frontispizio; non però quello dell’Ariosto, ma sì quello di Pietro Aretino. (A. Mortara).