Pagina:Balbo, Cesare – Della storia d'Italia dalle origini fino ai nostri giorni, Vol. I, 1913 – BEIC 1740806.djvu/11

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search






PREFAZIONE ALLA TERZA EDIZIONE


(Losanna, Bonamici, 1846).



Il presente ristretto è stato scritto ad uso dell’Enciclopedia popolare che si viene stampando in questa cittá. Gentilmente richiestone, or fa l’anno, da quegli editori, io accettai molto volentieri l’incarico, l’occasione di raccogliere in uno e compendiare i vari studi di storia d’Italia che io era venuto facendo dal 1824 in qua. Ma il tempo, lo spazio or concedutimi erano brevissimi; e poi, quelle condizioni della pubblicitá in Italia che ognun sa, sforzavano quegli editori, ed, accettato l’incarico, me stesso ad alcune soppressioni. E di queste, ed anche piú di quella fretta, rimangono numerose tracce e nell’edizione dell’Enciclopedia, ed in quella staccatane e lasciata, salvo il sesto e l’errata, compiutamente conforme, affinché ella fosse sofferta dove era stata sofferta la prima. Quindi io avea premura, lo confesso, di sottoporre a’ miei compatrioti un’edizione compiuta, e quanto sapessi, nel medesimo tempo, corretta. — E tale è questa.

Ma a malgrado la nuova o totale elaborazione, niuno sa meglio di me quanto rimanga questo lavoro pieno di difetti; irreparabili gli uni come dipendenti dalla natura dell’opera o da mie forze inadeguate, piú o meno correggibili gli altri. I quali ultimi poi possono essere di due sorte: errori e dimenticanze di fatti importanti, errori di giudizi, di opinioni.

Degli errori e delle dimenticanze di fatti, io desidero, io domando a’ miei colti leggitori, di volermi donare quante piú correzioni vengano loro vedute possibili, serbando la natura, l’estrema brevitá dell’opera; e di donarmele privatamente o pubblicamente,