Pagina:Barrili - Come un sogno, Milano, Treves, 1889.djvu/127

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 119 —


lo chiamai, per dargli a portar le valigie. Dopo quella canzonatura di madonna, non mi garbava più molto di far la figura del port'ampolle.

— Dimmi su; — cominciai, per pigliar lingua da lui; — è passato qualcheduno di qua? Non hai veduto nessuno?

— Sissignore, — mi rispose, — il postino colle lettere.

— Ma altri?

— Non so; intendete forse parlare del medico?

— O medico, o flebotomo, parlo d’un signore alto, tarchiato, colle guance barbute e una berretta scozzese in capo. —

La berretta scozzese ricondusse sull’orma il mio cicerone, che alle prime indicazioni era rimasto un po’ sconcertato.

— Nossignore, — mi disse egli sollecito, — il medico non porta berretta. —