Pagina:Barzini - Una porta d'Italia col Tedesco per portiere, Caddeo, Milano, 1922.djvu/55

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 45 —


incidente avvenuto fra un ufficiale e un tramviere meranese, suddito italiano, che ricevette uno schiaffo (non avendo il cambio della moneta pretendeva espellere l’ufficiale dalla vettura), l'«Andreas Hofer Bund» ricorse al Governo... tedesco. Berlino incaricò l’ambasciata germanica a Roma di chiedere cortesi spiegazioni; la Consulta interpellata si rivolse al Ministero dell’Interno: da qui la pratica passò all’Ufficio per le nuove province; questo domandò informazioni a Trento; Trento le sollecitò da Merano. E da Merano, a Trento, a Roma, la spiegazione fece il cammino inverso fino alla Wilhelm Strasse di Berlino senza che apparentemente nessuno trovasse qualche anello di troppo alla catena.

È la leva militare che, invece, può sembrare di troppo. La leva potrebbe forse disturbare quella mirabile formazione volontaria di «pompieri» alto-atesini che, organizzata dai pangermanisti, arreggimenta quasi tutti gli uomini atti alle armi, il dieci per cento circa della popolazione. Noi non siamo gente da intralciare un’opera così vasta di previdenza, anche se i battaglioni dei «pompieri» come avviene, si addestrano in esercitazioni militari al comando di ex-ufficiali austriaci del corpo dei volontari di guerra, e se non mancano armi per armarli, delle quali alcune arriverebbero attraverso la frontiera... Dobbiamo dire però che, a parte l’intenzione evidente e pericolosa dei capi, sotto a questa generale passione pompierista non