Pagina:Barzini - Una porta d'Italia col Tedesco per portiere, Caddeo, Milano, 1922.djvu/59

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Vi sono nomi che a furia di ripetizione raggiungono una grande notorietà prima che si sappia bene che cosa rappresentino. Molta gente deve essere curiosa di conoscere in che consista questo famoso Deutscher Verband sul quale ha finito di imperniarsi tutta la politica alto-atesina. Com’è sorto? Cosa vuole? Che fa? Cerchiamo di rispondere.

Cominciamo col ricordare le condizioni dell'Alto Adige al nostro arrivo. Si pretende che la Storia abbia l’abitudine di ripetersi ma è difficile immaginare che essa possa nel corso dei secoli riprodurre le circostanze favorevoli alla dominazione nostra in terra conquistata quali ne aveva preparate per noi nell’Alto Adige. Che un paese vincitore strappi al vinto dei territorii è affare di tutte le epoche, ma è più raro che il paese vinto sparisca come per magia, che di colpo rimangano distrutte tutte le possibilità e le velleità di un ricongiungimento, che al posto dello stato sconfitto resti un pietoso embrione implorante il favore di