Pagina:Battisti - Il Trentino, cenni geografici, storici, economici, 1915.djvu/13

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 9 —

gli 840 mm.. La stagione più piovosa è l’autunno. L’ottobre ha in parecchie stagioni una precipitazione superiore ai 150 mm..


STORIA1. I monumenti dell’epoca della pietra e del bronzo scoperti nel Trentino corrispondono a quelli delle contermini regioni italiane. Numerose sono le tracce di civiltà etrusca. Trento pare sia stata fondata dai Galli Cenomani nel VI secolo av. Cristo. Druso e Tibèrio conquistarono Trento all’impero di Roma, ed Augusto ne comprese il territorio nella X Regione italica. È difficile stabilire fin dove si estendesse il territorio trentino, prima della costituzione della provincia retica che dalla Chiusa di Bressanone arrivava al Danùbio. Ma con il nome di Alpes tridentinae sembrano indicate tutte le Alpi dell’Alto Àdige. Sotto i domìni barbari Trento fece sempre parte del Regno d’Italia.

Nel 1027 fu eretto il principato di Trento, i cui confini per molti secoli si estesero oltre l’attuale territorio trentino. In essi era compresa tutta la valle Venosta e parte dell’Engadina fino a Ponte Alto dell’Inn.

Epoca di splendore del principato fu quella del Clèsio (1514-1539) protettore delle arti e delle lettere, ospite dei prìncipi e prelati intervenuti allo storico Concilio di Trento.

Il principato durò fino al 1796, conservando inalterati i suoi confini nei primi secoli, subendo poi oscillazioni continue al nord come al sud.

Malgrado il dominio dei Vescovi, che talvolta furono stranieri, malgrado i tentativi dei Conti del Tirolo, tendenti a germanizzarlo e sottometterlo, il Trentino si conservò perfettamente italico nella vita dei suoi comuni, nella cultura, nei rapporti con le signorie italiche.

Fra le città del territorio trentino, Rovereto, dal 1417 al 1507, appartenne alla Repubblica veneta; Riva, dal 1349 al 1385, fa degli Scalìgeri, dal 1388 al 1401 e dal 1421 al 1425 soggiacque al dominio dei Visconti: finalmente dal 1442 al 1508 fu veneta.

Nel 1802 il Trentino passava sotto il governo austriaco. Dal 1805 al 1809 fu sotto il dominio bavarese. Dal 1809 al 1813 fu unito al Regno d’Itàlia e costituiva insieme con il territorio di Bolzano il Dipartimento dell’Alto Àdige, avendo Napoleone portato il confine alla Chiusa di Bressanone.

Con la caduta di Napoleone, il Trentino veniva occupato dall’Àustria, annesso al Tirolo e vincolato alla Confederazione germanica.

  1. Cnfr.: Tav. I - Confini geografici, storici ed etnografici.