Pagina:Beccaria - Dei delitti e delle pene, 1780.djvu/181

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

e delle Pene. 147

cura tirannìa, che non la pubblica e solenne crudeltà. Essa rivolta gli animi più che non gli avvilisce: il vero tiranno comincia sempre dal regnare sulla opinione, che previene il coraggio, il quale solo può risplendere o nella chiara luce della verità, o nel fuoco delle passioni, o nell’ignoranza del pericolo.




§. X X X I V.


Dell'ozio politico.


I saggi governi non soffrono nel seno del travaglio e dell'industria l’ozio politico. Io chiamo ozio politico quello, che non contribuisce alla società né col travaglio, né colla ricchezza; che acquista, senza giammai perdere; che, venerato dal volgo con stupida ammirazione, è risguardato dal saggio con isdegnosa compassione per gli esseri che ne sono la vittima; che essendo privo di quello stimolo della vita attiva, che è la ne-


G ij