Pagina:Bellamy - L'avvenire, 1891.djvu/106

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
104

non appartengono all’armata; questi danno il voto per il presidente; ma non sono eleggibili. Un dovere principale di quest’ufficio è il controllo e la disciplina dell’armata; perciò è essenziale che il presidente ne abbia seguito tutte le fasi, per comprendere la sua missione».

«Tutto ciò è ragionevole, ma se i medici ed i maestri non comprendono abbastanza l’industria per essere presidenti, come può il presidente essere bastantemente istruito in medicina e nell’insegnamento per controllare queste due sezioni?»

«Egli non ha da far nulla con la facoltà di medicina e coll’insegnamento, solo è responsabile dell’esecuzione della legge per tutte le classi in generale. La medicina e l’insegnamento sono sottoposte ad un collegio il cui capo è il presidente, ex officio, con diritto di suffragio; questo collegio, il quale ha responsabilità presso il congresso, viene formato dai membri onorari delle corporazioni dei maestri e dei medici e da coloro fra questi che furono collocati a riposo».

«La scelta d’impiegati fra i membri della corporazione, collocati a riposo, non è altro che un’applicazione del piano d’un governo che noi mettevamo in uso nella direzione dei nostri istituti d’istruzione superiore».

«Davvero!» esclamò con piacere il dottor Leete, «ciò mi torna nuovo, e sarà molto interessante per la più parte dei miei concittadini. S’è parlato assai su questo soggetto per trovare il germe di tale idea, e pensammo poi che qualche cosa di nuovo v’è ancora sotto il sole. Davvero? era proprio in uso nei vostri istituti d’istruzione superiore! Ebbene, spero che me ne darete molti particolari».

«Effettivamente, poco mi rimane a dire, risposi. Se noi avevamo il germe della vostra idea, questo appunto non era che il germe».