Pagina:Bellamy - L'avvenire, 1891.djvu/77

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

75

dell’harem reale mostrava lo splendore dei suoi occhi e volgeva lo sguardo sul fiore della cavalleria moresca.

Sempre più forte risuonavano i cimbali e sempre più selvaggio diveniva il canto, finchè il sangue della barbara stirpe, non potendo più resistere al furore guerresco, i forti nobili sorsero, sguainando i loro ferri ed il grido: Allah! Allah! risuonando per la galleria, mi destò. La luce del giorno inondava la mia camera e la musica elettrica suonava la sveglia turca.

A colazione raccontai al mio ospite ciò che avevo sentito e risultò che non per mero caso la musica che mi aveva svegliato era una sveglia; poichè i pezzi che si suonavano in sala di musica, nelle ore del mattino, avevano sempre un carattere eccitante.

«A proposito», diss’io, «il nostro discorso della Spagna mi ricorda d’interrogarvi sullo stato d’Europa, per sapere se le società del mondo antico furono anche trasformate?»

«Sì» rispose il dottor Leete, «le grandi nazioni d’Europa l’Australia, il Messico e parte dell’America Meridionale, sono ora repubbliche industriali come gli Stati Uniti, che furono i pionieri dell’evoluzione. I rapporti di pace fra queste nazioni sono garantiti da una forma di alleanza estesa per tutto il mondo. Un consiglio internazionale regola i rapporti reciproci ed il commercio fra i membri dell’alleanza; e regola anche la politica comune con quei popoli, i quali, ancora ignoranti, giungeranno gradatamente alla civilizzazione; cosichè ogni nazione gode di una completa autonomia».

«Come potete attivare il commercio senza denaro?» domandai, «se anche fate a meno del denaro pel commercio interno, nei vostri rapporti con altre nazioni avete almeno un compenso?»

«Oh! no; nei nostri rapporti coll’estero, il denaro è superfluo, come nell’interno. Finchè il commercio coll’estero fu impresa privata, il denaro occorreva per liquidare i diversi affari; ma oggi non è più lo stesso, poichè vi saranno circa dodici negozianti nel mondo, gli affari dei quali vengono sottoposti ad un consiglio internazionale, che li regola completamente mediante un semplice sistema di contabilità. Per esempio, il magazzino americano calcola una data quantità di merci francesi, necessarie per un anno,