Pagina:Bertini - Le dimore estive dell'appennino toscano, Niccolai, Firenze, 1896.djvu/51

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Abetone o Boscolungo

1388 m.


L’Abetone o, come altri dicono, Boscolungo è, dopo S. Pellegrino dell’Alpe, la più alta residenza estiva dell’Appennino toscano, laddove la strada nazionale tra Pistoia e Modena valica la catena appenninica: luogo di somma bellezza per grandiosità di scene naturali e per una delle più belle foreste di abeti che siano in Italia. Oggi l’amenità del luogo e la salubrità dell’aria, le acque fini e gelide, il burro ed il latte squisiti per i buoni pascoli, hanno reso quel luogo una dimora gradevole da giugno sin verso ottobre, e tale che non ha bisogno di raccomandazioni.

L’Alfieri chiamò l’Abetone poetico, e ben a ragione, chè la poesia della bella natura là sgorga a torrenti. Tutti trovano di che soddisfare le proprie inclinazioni d’artista, di botanico, d’alpinista, di letterato, d’amante di solitudine.