Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 4, 1799.djvu/121

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Trasfusi. 117

inetto declamatore, che un pittore mediocre venda i quadri a gran prezzo, che finalmente certi piccoli letterati nelle piccole loro cit.

tà tiranneggino le piccolissime foro accademie, ed alzino tribunale ne’lor circoli strepitosi, che un comico senza sale, un tragico senza passione, un aristarco senza critica faccian molto partito; verrà presto il legittimo giudice spassionato, la posterità, che col tempo cribando ogni cosa, pesando i meriii su giusta bilancia, e per forza del prepotente impulso del bello, deli’ammirabile, del sublime, dell’affettuoso, che tutto vince, e dirada, quando è posto in libertà, darà il suo luogo a ciascuno, consegnerà ì nomi, e P opere de’ mediocri ali’ obblivione, e quei de’ supernamente ispirati, benché un tempo avviliti scrivarà ne’fasti immortali della nazione disingannata, e depositerà nel tempio della gloria e dell’eternità.