Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 4, 1799.djvu/163

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Climi. 159


log! illustrarono queste provincie più che altre- nel che i toscani son forse perdenti quanto agli antichi, non avendo un Tito Livio, un Catullo, un Cornelio Nepote, un Plinio, un Vitruvio, un Macro, che vantano gli altri.

Di Venezia in particolare non abbiamo parlato. Ma quanto si è detto a lei pur conviene, non solo come a metropoli della provincia, ma come a sedi di tanti ammirabili monumenti ed autori d’ogni maniera, di che veder si ponno i bei versi dell’ Algarotti, ove fa il paralello tra Firenze e Venezia (i). Giova però soggiugnere qualche notizia, se non altro a diletto. li clima, per esempio, non dee riguardarsi come diverso dalle altre città, benché questa sia tra l’acque.

Esse possono assai poco conrro al clima generale di rutti i contorni sì poco distanti, per potere notabilmente variarlo, siccome nep( I ) Odo al Varchi il Partita, il Guicciurei ino al Nani opporre ec. Così nel bellissimo sciolto su questo argomento all’ immortai Foscarini diretto, degni d’esser entrambi posti a fronte de’ più chiari ingegni toscani,