Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 4, 1799.djvu/190

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
186 Grecia.

2. Vuol dominar ciascuna sull’altra, ond* guerre civili, e principalmente gran guerra del Peloponeso per ciò, che fu scritta da Tucidide e Senofonte. Popolo e reggitori mi« iitriri e civilirin contese.

3. Si sottraggono alla dipendenza di Grecia le città asiatiche nella discordia de’greci.

4. Tebe sorge, guerreggia pel primato.

Assediata dagli spartani. Epaminonda vitto, rioso, e Tebe con lui.

5. Rimangono Tebe, Sparta, ed Atene le dominanti, ma tra loro gelose e discordi, ITALIA.

EPOCA SECONDA verso il 1200.

j. (juerre, e gelosie del dominio delmare^ ira pisani, fiorentini, genovesi, e veneti poi!

ognuna superba per ricchezze e commercio, che le crociate ampliarono.

2. Guelfi e gibellini, bianchi e neri; scii> mi: gran guerra di Federico I. che umilia molte con Milano primaria repubblica dei lom»