Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 4, 1799.djvu/20

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
16 Genj.

signi, e ragionata, siccome dicono, cioè guernira di riflessioni, confronti, e critiche ancora. Dovrebbono ad ogni attributo dell’entusiasmo de’ geni trovarsi i passi più celebri de’ gran maestri d’ ogni tempo, e nazione, più propri di quell’ attributo, e vi staran bene gli esempi antichi, e moderni del mirabii, del grande, e del bello in poesia, pittura, oratoria; e l’elevazioni, visioni, rapidità, novità, passioni, e trasfusioni che nell’ opere loro s’incontrano più manifeste, sian greche, o latine, italiane, o straniere. In quella guisa che dalle sperienze, ed osservazioni la fisica trae le leggi, e le teorie generali della scienza naturale, e con queste leggi e teorie fa nuove osservazioni di pqi, e sperienze più certe; nel modo medesimo la storia de geni, e dell’opere loro gran soccorso darebbe all’ intelligenza più intrinseca dell’entusiasmo; nè già si vorrebbon citare le loro autorità, ed esempi a capriccio; e non senza il consiglio de’ migliori intendenti, ed amici. Ma siccome l’impresa è difficile, e in parte pericolosa, così vuol prima tentarsi la via con questo saggio, in cui sol qualche cenno si faccia di ciò per maglio esplorarla. GE-