Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 4, 1799.djvu/258

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
254 Note.

àj4NoTi^ ir.o. Basta far bea capire che impossibil riesce a un talento vivace il leggere senza redio tutta intera la gran filosofìa di Volfio non meno che i suoi elementi di matematica1, qualunque sia il pregio, che possati quest’opera avere ec. Memoirrs pour servir à /’ bistoire ilu mondi rimai, & politique, ou Analyse de l’ Ams ~ Amsterdam 1772. Journal de Bouillon - 15. Juillet 1772.

NOTA II. Questi tali sono que’rari cigni, che di quando in quando ci son venuti da Elicona a render famosi il Mincio, l’Arno, l’Adda, il Sebeto, e il Pò, vicino a cui posero i lor nidi. E dove taluti di questi si scorga in abbietta e miserabil fortuna, de» esser cura de’principi, e signor; grandi l’averne cura, e favorirli. Dico dover esser cura propria de’principi, perchè da simili ingegni non può ritrarsi per ordinario utile al< cuno di condurre negozj, 0 d’ aver cure e maneggi, essendo per lo più inetti a qualunque servigio, alieni la maggior parte da codici e digesti, e molto più da trombe e tamburi di guerra, riserbandosi a celebrare in ver-