Pagina:Bettinelli - Opere edite e inedite, Tomo 4, 1799.djvu/67

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Nuovi. 63


La sperienza il comprova con quell’ardore, é trasporto, che noi stessi conosciamo ne’ grandi autori, e neH’anime più audaci, e più avvivate dall’entusiasmo, colle quali ci avvenga di ritrovarci. Esse mostrano veramente un bisogno continuo, e insaziabile di varietà, che è poi una serie di novità. Pajon® però capricciosi, bizzarri, incostanti, vogliono anche per questo la libertà, l’indipendenza, che abbiam veduto, e per la uniformità delle cose non meno, che per la schiavitù, e i legami Cadono in avvilimento. Ma o dentro se stesse, o anche al di fuori quest’ anime hanno sempre una forza, un’attività inquieta, per cui odiano l’ozio, e l’inazione come un male, quanto amano, ed abbisognano d’adoperarsi, di agire, di esercitare loro possanza, come un gran bene « Or le cose, gli oggetti, gli studi nuovi tengon lontan questo male, presentano questo bene, aprendo loro campo di pensare, chiamando Je loro forze a conoscere, suscitando i pensieri, e l’idee ne’ confronti, ne’ contrasti, nell’ accordo, e nella discordia delle parti incognite sino allora del nuovo ob.biet-