Pagina:Boccaccio - Decameron I.djvu/328

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
324 giornata quarta

per distanza non menomato, e molti prieghi e promesse grandissime mescolate, niuna cosa ottenne; per che, disideroso di morire, ultimamente la pregò che in merito di tanto amore ella sofferisse che egli allato a lei si coricasse tanto che alquanto riscaldarsi potesse, ché era agghiacciato aspettandola, promettendole che né le direbbe alcuna cosa né la toccherebbe, e come un poco riscaldato fosse, se n’andrebbe. La Salvestra, avendo un poco compassion di lui, con le condizioni date da lui il concedette. Coricossi adunque il giovane allato a lei senza toccarla: e raccolti in un pensiero il lungo amor portatole e la presente durezza di lei e la perduta speranza, diliberò di piú non vivere, e ristretti in sé gli spiriti, senza alcun motto fare, chiuse le pugna, allato a lei si morí. E dopo alquanto spazio la giovane, maravigliandosi della sua contenenza, temendo non il marito si svegliasse, cominciò a dire: — Deh! Girolamo, ché non te ne vai tu? — Ma non sentendosi rispondere, pensò lui essere addormentato; per che, stesa oltre la mano, acciò che si svegliasse il cominciò a tentare, e toccandolo il trovò come ghiaccio freddo, di che ella si maravigliò forte: e toccatolo con piú forza e sentendo che egli non si movea, dopo piú ritoccarlo conobbe che egli era morto; di che oltre modo dolente, stette gran pezza senza saper che farsi. Alla fine prese consiglio di volere in altrui persone tentar quello che il marito dicesse da farne: e destatolo, quello che presenzialmente a lei avvenuto era, disse essere ad un’altra intervenuto, e poi il domandò, se a lei avvenisse, che consiglio ne prenderebbe. Il buono uomo rispose che a lui parrebbe che colui che morto fosse si dovesse chetamente riportare a casa sua e quivi lasciarlo, senza alcuna mala voglienza alla donna portarne, la quale fallato non gli pareva che avesse. Allora la giovane disse: — E cosí convien fare a noi. — E presagli la mano, gli fece toccare il morto giovane; di che egli tutto smarrito si levò su, ed acceso un lume, senza entrar con la moglie in altre novelle, il morto corpo de’ suoi panni medesimi rivestito e senza alcuno indugio, aiutandogli la sua innocenza, levatolsi in su le spalle, alla porta della casa di lui nel portò, e quivi il pose e lasciollo stare. E venuto il