Pagina:Boccaccio - Il comento sopra la Commedia di Dante Alighieri di Giovanni Boccaccio nuovamente corretto sopra un testo a penna. Tomo I, 1831.djvu/16

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
xii
Pag.44v.28fu da’ Greciche fu da’ Greci
iviv.ult.l’autore e coll’autore rispondea, e col
50v.3convenne,avvenne
51v.4sentire un’altrasentirne un’altra
64v.27dabo vobis. Di questedabo vobis: e san Paolo: ut recipiat unusquisque sedem eaque fecit. Di queste etc.
65v.34qual fossequal si fosse
67v.4ch’è nel mezzoch’è il mezzo
68v.34a colui, il quale toccoa colui, il qual’è tocco
69v.15e i preziosie i pietosi
70v.23Dunque congruentementeDunque congruamente
72v.12cosa, la quale da esserCosa, la qual’è da esser
iviv.29e saliree di salire
73v.15s’invischianos’inviscano
iviv.25inveschiatoinvescato
77v.36dimostraremostrare
78v.5e quello chequello che
iviv.23fu la cagionefu cagione
iviv.26il quale quantunqueal quale, quantunque
82v.3lasciare il tuolasciare il suo
iviv.14irrigiovinisceirringiovinisce
83v.9preminenzepreeminenze
iviv.17da quellada quelle
iviv.33mortal sonnomental sonno
84v.37bisogno n’erabisogno sarà
85v.27cosa si la verità,cosa sia l’avarizia
88v.8ne minaccine minaccia
89v.7se dir volessonosed e’ volessono
iviv.20preminenzapreeminenza
iviv.33altra parte averaltra parte pare aver
90v.3E ad afforzareE a roboare