Pagina:Cabala del cavallo Pegaseo con l'aggiunta dell'Asino Cillenico.djvu/14

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
xiv

degli asini! Si, l’asino somiglia a quell’anima del mondo che ispira e sostiene l’universo, per ogni dove importante e per ogni dove venerato. È la «bestia trionfante» in carne e in ossa. Il che chiarisce perché l’asino spirituale e morale è in ogni paese stimato, quanto l’asino fisico e materiale è apprezzato presso alcune nazioni.1 Ecco perché «l’asino ideale e cabalistico» l’animale nobilissimo fra gli altri, simbolo e tipo della perfezione intellettuale, meriterebbe d’esser sollevato al cielo, presso la verità, e di diventare una costellazione.

Di ché la Cabala, cosi per queste diverse allegorie come per la sua tendenza, è una continuazione dello Spaccio.



  1. Nell’opera sconosciuta spesso citata sotto il titolo d'Arca di Noè, Bruno avea già detto (I, 149) «che l’asino tenea nell’arca il primo posto, come quello ch’è assiso sulla poppa del naviglio.» Di ché quest’arca figura probabilmente tutta la società umana.