Pagina:Calani - Il Parlamento del Regno d'Italia, vol 2.pdf/361

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

<section begin=1 />presentata in seno al Parlamento dal Bon-Compagni non saprebbe mai abbastanza essere ammirala e lodata, mentre egli è di tutta evidenza che la patria ne ha beneficiato massimamente.

Nè a questo, che è pur molto, si riducono i meriti del Bon-Compagni e i suoi titoli alla riconoscenza di tutti gl’Italiani.

Le di lui lezioni di diritto costituzionale, lette all’università di Torino, sono state seguite con molto profitto dalla volenterosa gioventù, e gli studi continui da esso fatti in seno agli uffici della Camera su varii progetti di legge della maggiore importanza, e le dotte relazioni da esso diligentemente elaborate intorno a varii dei principali tra quelli, intorno a cui lo si è incaricato di riferire a nome delle commissioni, gli acquistano un più grande e durevole diritto alla gratitudine ed alla stima dei propri concittadini.




SELLA QUINTINO


DEPUTATO.


È nato presso Biella in Piemonte da una famiglia di onesti e industriosi fabbricanti. La sua educazione è stata delle più accurate, e i suoi studi severi, come quelli i quali si sono rivolti alle scienze esatte, e più particolarmente alle matematiche. Perfezionatosi alla famosa scuola centrale di Parigi, e approfondite specialmente la metallurgia e le discipline geologiche, tornò in patria col grado di ingegnere, non tardando a distinguersi, tanto per mezzo di scritti molto profondi, che per lavori, i quali richiamarono sul giovine ingegnere l’attenzione dei suoi concittadini.

Eletto deputato al Parlamento nazionale dal collegio di Cossato, gli accadde per la prima volta di prendere là parola intorno ad una questione d’un ordine affatto secondario, quale si fu quella della soppressione dell’università di Sassari.

Noi assistevamo in quel giorno alla seduta della Ca-